Artisti

Questo l’elenco e le note di alcuni dei musicisti che parteciperanno all’Acoustic Guitar Village, Cremona Musica 2019. Per i dettagli sulle loro performance ed interventi e l’elenco completo dei partecipanti, visitare la pagina del programma della manifestazione
http://www.acousticguitarvillage.net/cremona-2019/programma/

 

PIERRE BENSUSAN (Francia)
Nato ad Orano in Algeria, Pierre Bensusan è un autodidatta che ha saputo percorrere una carriera internazionale vincendo anche un Grand prix du disque a Montreux. Pierre ha uno stile personale improntato a diverse correnti, influenzato nei primi passi dalla fioritura del folk revival in Inghilterra, Francia e America del Nord, per poi esplorare il proprio particolare retaggio musicale e muoversi verso ulteriori orizzonti. Nel 2008 è stato votato miglior chitarrista World Music dai lettori di Guitar Player e ha al suo attivo molti dischi con la CBS. Autore di molte pubblicazioni didattiche è considerato un maestro della chitarra fingerstyle, inventore e maggior esponente della tecnica in accordatura DADGAD. E’ autore del libro “Livre de guitare”.
https://pierrebensusan.com/

 

PACO PEÑA
Paco ha iniziato lo studio della chitarra con suo fratello all’età di sei anni ed ad esibirsi da professionista appena sei anni dopo. Incoraggiato dalla sua famiglia, ha iniziato a suonare in giro per tutta la Spagna sponsorizzato da un programma governativo tendente a preservare e diffondere la musica popolare e la danza flamenca. Ciò gli valse la scrittura da parte di rinomate compagnie di flamenco di Madrid e della Costa Brava, dove Peña si esibiva come acclamato chitarrista di flamenco. Tuttavia, insoddisfatto della vita sulla costa e alla ricerca di una nuova sfida, si è trasferito a Londra nei tardi anni 1960 come solista di chitarra. Inizialmente attrazione nel ristorante Antonio al Covent Garden, Peña ha generato così tanto interesse tra un pubblico britannico precedentemente iniziato al flamenco, che ben presto si è trovato a condividere concerti con artisti come Jimi Hendrix, e ha fatto il suo debutto solista alla Wigmore Hall nel 1967. Da quel momento ha avuto l’opportunità di girare il mondo, sia come solista che accompagnatore con esibizioni alla Carnegie Hall a New York City, alla Royal Albert Hall a Londra e al Concertgebouw di Amsterdam. In seguito ha fondato la prima cattedra per l’insegnamento della chitarra flamenca presso il conservatorio di musica di Rotterdam.
A seguire ha fondato il Centro Flamenco Paco Peña a Cordoba, e il celebre Córdoba Guitar Festival, che nel corso degli anni ha visto esibirsi altri grandi chitarristi di flamenco come Manolo Sanlúcar e Paco de Lucía. Nel 1997 Peña è stato insignito dell’onorificenza di Oficial de la Cruz de la Orden del Mérito Civil da re Juan Carlos di Spagna.
Fra le sue composizioni più note si ricorda Misa Flamenca, una messa in flamenco, e Requiem for the Earth, entrambe acclamate dalla critica.
Nel corso della sua lunga carriera ha collaborato anche con Eduardo Falú ed il gruppo cileno degli Inti-Illimani e con con John Williams.

 

JEFF PEVAR & INGER NOVA JORGENSEN (Usa)
The 15-year original music duet of Inger Nova Jorgensen & Jeff Pevar has toured nationally and internationally including Stati Uniti e Europa.
They are currently finishing a record of their original music that they are intending to finish by the end of the year.
This duet has spurred several musical projects, including “Lovebite” & “Zepdrix”, as well as many musical collaborations over the years with artists from all over the world.
Jeff Pevar, unanimente conosciuto come uno dei migliori chitarristi sideman del panorama internazionale, ha avuto la sua consacrazione con il trio CPR, a fianco di David Crosby e James Raymond.

 

DAVIDE VAN DE SFROOS & FABIO LOSSANI
Davide Van De Sfroos è il nome d’arte di Davide Bernasconi, musicista lombardo noto per le sue canzoni in dialetto “tremezzino” – detto anche laghée – diffuso sulle sponde del Lago di Como.
“Van de sfroos” significa letteralmente “vanno di frodo” (contrabbando).Moltissimi testi delle sue canzoni fanno capo al lago e al suo spirito, raccontando la vita di tutti i paesi rivieraschi, senza mai però perdere d’occhio la grande città.
Dopo numerosi lavori discografici e letterari, Davide è oggi uno dei migliori cantautori italiani, con la “mission” di tenere viva l’espressione italiana dialettale.
E’ accompagnato all’AGV di Cremona dal polistrumentista FABIO LOSSANI, che lo affiancherà alla chitarra e al banjo.

 

GIUDITTA SCORCELLETTI
Cantante folk e autrice, dal 2004 al 2010 ha prodotto numerosi dischi di canti popolari toscani con il chitarrista Alessandro Bongi, tra cui “Coscine di pollo” (Radicimusic). Nel 2012 ha prodotto “Astronave terra”, spettacolo su Gianni Rodari per il quale ha composto le musiche. Nel 2013 con il produttore e autore Michael Hoppé e con Alessandro Bongi ha inciso “Nightingale”, 2015 (Grammy Awards, categoria Folk) ora distribuito da True North. Nell’ottobre 2017 ha vinto il premio per la migliore interpretazione al concorso Andrea Parodi. Nello stesso anno ha inciso l’album/tributo “A Violeta” dedicato a Violeta Parra, in coppia con il chitarrista/cantante Maurizio Geri. Al momento è impegnata in un nuovo importante progetto sui canti popolari toscani.

 

 

LINO STRAULINO TRIO “Villandorme”
(Lino Straulino, chitarra e voce – Alessia Valle, voce – Alvise Nodale, chitarra)

Villandorme è un trio friulano nato nel gennaio del 2019 da un’idea di Lino Straulino assieme ad Alessia Valle e Alvise Nodale che propone canti popolari italiani rivisitati in chiave folk-rock seguendo le orme di band come Pentangle, Steeleye Span e Malicorne.  Melodie sognanti ed ipnotiche che mirano a portare l’ascoltatore verso dimensioni senza tempo, in cui pian piano si fa strada la magia della musica che accomuna l’uomo del 1400 a quello del ventunesimo secolo.
Lino Straulino è un musicista italiano di lingua friulana. Originario della Carnia, è inoltre cantautore, compositore, chitarrista e polistrumentista. Musicista folk, Lino è stato fin dall’inizio degli anni novanta uno dei maggiori esponenti della Gnove Musiche Furlane (Nuova Musica Friulana), una corrente musicale sviluppatasi in quel periodo in Friuli e caratterizzata dall’utilizzo del Friulano come veicolo di espressione in un contesto nuovo, in cui la lingua viene sperimentata su generi musicali diversi e non indigeni, quali il folk blues, il neo-folk, la pachanga, il rap, l’hip-hop, il metal, il punk rock ed altri generi commerciali.

 

MICKI PIPERNO
Michelangelo “Micki” Piperno è un docente e concertista di chitarra acustica di fama internazionale, un compositore di musica contemporanea che con la sua chitarra acustica, propone uno spettacolo dove le sonorità della tradizione chitarristica americana si mischiano con echi di chitarra classica e mediterranea al servizio della canzone e della melodia, che lui stesso reputa essenziali per comunicare il mondo della chitarra Acustica.

 

 

 

 

ROBERTO FABBRI
Concertista, compositore, autore e didatta, ha compiuto, con il massimo dei voti e la lode, gli studi chitarristici presso il Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma. Riconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori esponenti della chitarra classica contemporanea, Fabbri alla carriera concertistica ha da sempre affiancato una notevole attività editoriale.
Le sue oltre 30 pubblicazioni per chitarra sono tradotte in cinque lingue, compreso il cinese, e distribuite in tutto il mondo. Tiene regolarmente concerti e masterclasses, insieme a prestigiosi nomi del panorama chitarristico internazionale, nei più importanti festival e nelle più note sale concertistiche d’Europa, Stati Uniti, Sud America, Russia ed Asia.
È testimonial ufficiale della prestigiosa liuteria Ramirez.
Roberto Fabbri è anche il direIore artistico dell’Accademia “Novamusica & Arte” di Roma da lui fondata nel 1986, nonché del “Festival Internazionale della Chitarra Città di Fiuggi”. Insegna chitarra classica presso il Conservatorio di musica “L. Refice” di Frosinone e “Giulio Briccialdi” di Terni.                                                                 

PAUL STOWE & TREVOR MORRISS (Usa-UK)
Paul Stowe (USA) – chitarra acustica e resophonic, armonica a bocca, voce
Trevor Morriss (GB) – mandolino, mandola, chitarra, bouzouki irlandese, voce

Sono nati come duo nel 1986 e da allora vanno avanti ad una media di oltre cento concerti all’anno, portando nelle situazioni più varie, dai pubs ai grandi festival, un repertorio che spazia fra le forme acustiche della musica celtica. Neo-folk irlandese ed inglese si fondono con folk tradizionale in cui anche gli impasti vocali rendono il suono complessivo pieno, rotondo. Non manca il lato spettacolare delle esibizioni dal vivo, dove il virtuosismo dei musicisti (capaci docenti dei propri strumenti) viene evidenziato, ma in un’atmosfera decisamente rilassata, in un dialogo divertito e divertente con il pubblico, si tratti di 30 o 3000 persone.

 

MARCOS VINICIUS (Brazil)
E’ uno dei più famosi chitarristi brasiliani di fama internazionale, ha iniziato la sua carriera concertistica all’età di quattordici anni e da quel momento in poi ha ottenuto un enorme successo di pubblico e critica, suonando nei più importanti centri culturali brasiliani ed europei. Figura obbligatoria nelle stagioni concertistiche delle principali città brasiliane come Sao Paulo, Rio de Janeiro, Belo Horizonte, Recife, Olinda, Belém e Florianopolis ha presentato concerti in diversi paesi, tra i quali l’Italia. Fondatore e direttore dell’unica rivista brasiliana specializzata in chitarra classica, la “Violão América”, ha creato e diretto la “Belo Horizonte Guitar Ensemble”, il piu famoso complesso chitarristico brasiliano. Oltre ad una intensa attività concertistica e didattica, Marcos Vinicius si occupa di importanti trascrizioni e revisioni di opere per chitarra classica che in Italia sono edite da Rugginenti Editore e dalla Pongo Classica Edizioni.
Attualmente è responsabile per il “Corso Superiore di Perfezionamento in Chitarra Classica” della Associazione Musicale Jubilate di Legnano e Presidente dell’Accademia della Chitarra Classica di Milano.
Curerà un importante seminario dal titolo “La settima corda, realtà parallela oltre i suoni”

 

MASSIMO VARINI
Difficile condensare le sue esperienze: da Artista, Autore, Arrangiatore e Produttore Artistico, Session Man e Didatta.
Dal 1991 ad oggi ha firmato le chitarre acustiche ed elettriche nei dischi di Artisti del calibro di Andrea Bocelli, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Biagio Antonacci, Nek, Vasco Rossi, Renato Zero, Celentano, Mina, Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Gianni Morandi, Francesco Renga, Ornella Vanoni… e solo per citarne alcuni! Ha suonato anche negli album di Laura Pausini premiati con i Latin Grammy Award.
Dedicatosi alla chitarra acustica con grande passione e successo, ha al suo attivo e dischi acustici: MY SIDES (2009), ANACRUSIS (2011), URBAN GUITAR (2012), RELAX AND SLEEP AT 432 Hz (2014), ROMANTICAMENTE (2016).
Massimo, come Martin Ambassador, non solo si esibirà sui palchi esterni ai padiglioni, ma sarà l’animatore con molte performance e presentazioni dello stand Martin Guitars, che ha in calendario moltissimi eventi.

 

THE HAWAIIAN WAIKIKILEAKS DUO
Flavio Pasquetto – steel guitar e Filippo Delogu – guitar
I WaikikiLeaks sono un gruppo unico nel panorama italiano, che ripropone il sound della musica hawaiana e americana degli anni ’30, ’40 e ’50. Flavio Pasquetto è uno dei pochi suonatori di steel guitar in Italia, strumento che ha introdotto con successo e
originalità all’interno del Jazz e dello Swing tradizionale. Il duo approfondisce il repertorio Western Swing, Country e quello hawaiiano, repertorio in cui la Steel guitar è lo strumento principale.

 

MARCO MANUSSO
Genovese, romano d’adozione, musicista, giornalista, chitarrista, cantante e arrangiatore ha collaborato con:
Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Ron, Mimmo Locasciulli, Gianni Morandi, Patty Pravo, Shel Shapiro, Renato Zero, Mariella Nava, Renzo Arbore, Alex Britti, Francesco Renga, Ray Charles, Bob Brozman e Tommy Emmanuel.
Da più di vent’anni scrive di musica per varie riviste musicali come Fare Musica, Suono, Audio Review, Guitar Club, Chitarre.
Insegna chitarra rock-blues al Saint Louis College of Music dove tiene da molti anni corsi di “Storia della Musica Rock” e “Guitar Technology”.
E’ specializzato nella tecnica slide e oltre ad esibirsi sul Live Stage e coordinare il Bob Brozman Memorial Slide Contest, curerà un seminario specifico sulle tecniche chitarristiche con l’uso del bottleneck.

 

DANILO CARTIA
Cantante, banjoista, chitarrista, compositore, e insegnante (chitarra e banjo 5 corde). Già alla fine degli anni Settanta si dedica alla musica tradizionale americana ed è tra i primi a introdurre la musica Bluegrass in Italia. Il Folkstudio di Giancarlo Cesaroni, locale storico e culla della musica tradizionale ed etnica di Roma, gli offre un trampolino di lancio nella sua lunga carriera di musicista. Si è esibito anche in Messico, dove ha partecipato al 1° e 2° Countryfest Internacional Mexico , in Russia con cinque concerti (2011). Membro attivo della European Bluegrass Music Association (EBMA), vanta numerose collaborazioni in album con svariati musicisti, tra cui quella con il grande cantautore texano David Rodriguez, con il quale ha inciso l’album “Racing Aimless” (2012). E’ inoltre organizzatore della “Rome Bluegrass Jam“, strumento di diffusione culturale e punto di riferimento a Roma per gli appassionati di questo genere. E’ ideatore e coordinatore dell’Italian Bluegrass Meeting, che, iniziato all’Acoustic Guitar Meeting di Sarzana (SP, Italia), prosegue con successo all’Acoustic Guitar Village di Cremona Musica.

 

JACKIE PERKINS (Usa)
Con entrambi i genitori musicisti, Jackie nasce sotto il segno della musica. Già a nove anni inizia a suonare il piano, a undici la chitarra, l’anno dopo la viola. A diciotto anni si iscrive all’università e inizia a cantare, fino alla doppia laurea in lingue e canto. Una borsa di studio della Rotary Foundation la porta in Italia: prima a Siena, poi a Roma dove studia lirica, poi a Perugia, e infine a Parma, dove vive dal 1995.
Nel 2008 lavora intensamente alla registrazione del suo CD “The Still Awakening”, che esce nel Marzo del 2009, dove le sue canzoni denotano una maturità artistica ormai raggiunta. All’album partecipano, oltre al sempre più straordinario Michael Manring al basso, alcuni altri musicisti internazionali come i fratelli Gabin e Paul Dabirè, africani del Burkina Faso, Adriano Molinari (Zucchero) alla batteria e Alex Acuña (Weather Report) alle percussioni dando vita ad un progetto multi-etnico.
Effettua un tour in Italia nella primavera del 2009 con la formazione “Exotique Band”, con la partecipazione di Manring, i fratelli Dabiré e Massimo Varini alla chitarra acustica e elettrica. Nel 2011 dà la voce all’album “Christmas Paradise Brazilian Love Affair” con brani arrangiati da Elio Baldicantù. Nel 2012 è la prima cantautrice americana a partecipare al IFSGF a Shanghai, Cina, invitata dalla Naga Guitars di Huang Chia-Wei, e apre il concerto per Tommy Emmanuel nello Shanghai Oriental Art Centre. Dal 2013 continua a comporre brani originali accompagnandosi alla chitarra acustica, pianoforte e ukulele e a prestare la voce per vari progetti, con la promessa della realizzazione imminente del suo secondo progetto personale. Negli ultimi anni condivide spesso il palco con Alessandro Finazzo (Finaz) della Bandabardò in tour con Michael Manring.

 

ANDREA TARQUINI
E’ il primo chitarrista e cantautore italiano che entra a far parte degli endorser delle chitarre acustiche “BOURGEOIS”, prestigioso marchio di fama internazionale che produce strumenti dalle forme e dalle sonorità appartenenti alla tradizione acustica U.S.A. Il suo nome va ad aggiungersi a quello di altri grandi musicisti ed artisti che hanno fatto la storia della musica acustica e tradizionale come Ricky Skaggs, Bryan Sutton, Chris Thile e Dan Tyminski. In concomitanza dell’endorsement, Dana Bourgeois, liutaio e fondatore dell’omonimo marchio, ha appositamente costruito una chitarra per Andrea Tarquini, stabilendo insieme a lui le specifiche tecniche e la scelta dei legni.
“REDS! Canzoni di Stefano Rosso”, è il CD dove la voce e la chitarra di Andrea fanno rivivere le storie della Trastevere anni ‘70 raccontate da Stefano Rosso nel corso della sua carriera. L’album contiene 10 brani del repertorio del cantautore romano Stefano Rosso, di cui Andrea è stato allievo, asciugati dalle sonorità anni ’70 ed impreziositi da eleganti arrangiamenti legati alla tradizione musicale nordamericana.
Più volte finalista al Premio Tenco. è il selezionatore dei cantautori-chitarristi partecipanti al concorso “New Sounds of Acoustic Music” e il coordinatore della rassegna “Corde & Voci d’Autore” che si svolgono sul Live Stage dell’Acoustic Guitar Village.

 

FRANCESCO LUCARELLI & STEFANO FROLLANO
Sono due cantautori romani da sempre innamorati della musica West Coast.
Invitati sul palco del Tendastrisce da Crosby Stills & Nash per i bis del loro concerto del 1992, negli anni Francesco e Stefano
hanno avuto modo di collaborare con i tre artisti e con i Crazy Horse di Neil Young, realizzando alcuni dischi di canzoni originali.
Autori di molte pubblicazioni sulla musica della west-coast sono attivi da anni nel panorama dei clubs e festival estivi. Francesco Lucarelli collabora dai tempi di Sarzana e poi Cremona con l’Acoustic Guitar Village e coordina la rassegna “Corde & Voci d’Autore”.

 

GIACOMO PALAZZESI
E’ stato allievo di Pietro Antinori, OdairAssad, Angelo Gilardino. Ha studiato inoltre con Luigi Attademo e CarlesTrepat.
Suona regolarmente in Italia e all’estero per enti quali Casa da Guitarra di Porto, AltreCorde di Napoli, Conservatoire Royal de Mons, Camerino Festival, ChitarraIn, Fondazione Peccioliper, Cantar Lontano, Zona Livre AC di Vila Real, Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro, Carpi Guitar International, Lira Orfeo Miguel Llobet, AndesGuitar Festival, Radio Nacional Córdoba, Trame Sonore, ecc.
Sempre dal vivo registra musiche di Froberger, Scarlatti e Llobet per la trasmissione Diapason di Radio Vaticana.
Del 2016 è il suo esordio discografico “Catalunya” pubblicato dall’etichetta discografica GuitArt. Il lavoro è dedicato alla musica originale per chitarra di JaumePahissa, GasparCassadó, Miguel Llobet e Manuel De Falla, ed è registrato con una chitarra del 1925 del liutaio Antonio Emilio PascualViudes, incordata in budello. Al disco è dedicata una puntata monografica della trasmissione “Ritratti” di Radio Classica, ideata e condotta da Luca Ciammarughi.
Nel 2017 è con CarlesTrepat per i concerti dedicati al bicentenario della nascita di Antonio De Torres, e collabora con Marco Tullio Giordana per la colonna sonora del film “Due soldati”, incidendo un proprio arrangiamento da Bach per i titoli finali del film.
Nel 2018 pubblica per l’etichetta Continuo Records, “Bach &Tárrega: Preludes and Dances”, con musica di Johann Sebastian Bach e Francisco Tárrega.
L’ultima incisione, del 2019 è Time Regained: Early Works for Solo Guitar, disco monografico su Mario Castelnuovo-Tedesco, pubblicato per la giapponese Da Vinci Classics
È ideatore e direttore artistico della rassegna di concerti “strumenti umani”.